Puglia

Dove si trova la Puglia?

la puglia rispetto all'italia geograficamente

All’interno dell’Italia meridionale (escluse le isole), la Puglia è la regione più grande e con la costa più sviluppata, che si estende per circa 865 km. Lungo la costa, zone rocciose si alternano a scogliere (coste rocciose ripide) e spiagge sabbiose; nel 2010, il Ministero della Salute ha dichiarato balneabile il 98,6% delle coste pugliesi.

Cosa Vedere in Puglia?

All’interno del Paese la maggior parte del territorio è pianeggiante e collinare, senza contrasti pronunciati tra le regioni. Il Gargano e i Monti della Daunia (quest’ultimo chiamato anche Subappennino Dauno) sono le uniche aree montuose della Puglia e raggiungono rispettivamente 1.065 e 1.151 metri di altezza. Il Tavoliere delle Puglie, con una superficie di circa 3.000 km2, è la più grande pianura italiana dopo il bacino del Po. Situata tra le province di Bari, Brindisi e Taranto, la Valle d’Itria alterna valli e zone ondulate ed è costellata di insediamenti particolarmente grandi (l’area di maggiore concentrazione è quella dei trulli). L’arco ionico tarantino si estende lungo tutta la costa dello Stato, dal sistema murgiano a nord fino alla parte occidentale della penisola salentina a sud, e comprende un’estesa zona costiera pianeggiante punteggiata da colline e “valli”. Il Salento, a sua volta, è diviso in Tavoliere di Lecce e Serre Salentine, un’area di rilievi dolci, che culmina nei monti Cianci a 196 metri. (a.s.l.).

Alla Puglia appartiene l’arcipelago delle Tremiti, a nord-est al largo della costa garganica, le piccole isole Cheradi, presso Taranto e l’isola di Sant’Andrea dinanzi alla costa di Gallipoli. Dal punto di vista geografico la regione fisica pugliese include anche l’arcipelago di Pelagosa, in quanto parte delle Tremiti stesse, ceduto assieme alla maggior parte della Venezia Giulia e a Zara alla Jugoslavia a seguito dei trattati di pace al termine del secondo conflitto mondiale.

scritta puglia con ostuni di sfondo

Cosa mangiare in Puglia? Dove mangiare in Puglia?

Le ricette pugliesi hanno un orgoglioso carattere mediterraneo, nato dalla combinazione dei migliori frutti della terra: i cereali e gli ortaggi della fertile campagna, l’olio extravergine d’oliva, prodotto con passione da generazioni, e il pesce fresco dei mari che si estendono lungo la costa pugliese. Il risultato è un orgoglioso carattere mediterraneo.

ricci di savelletri
teglia di focaccia barese
ciliegie turesi

La Puglia innanzitutto è sinonimo di materie prime e prodotti straordinari come la burrata di Andria, il pane di Altamura, il capocollo di Martina Franca. I sapori sono quelli contadini di piatti come fave e cicoria o come “ciceri e tria”, la pasta e ceci alla pugliese, gli ingredienti seguono le stagioni con pomodori e melanzane che trionfano nei piatti estivi. Orecchiette, strascinati e cavatelli sono l’emblema dell’arte pugliese della pasta fresca. Le olive in salamoia secondo la ricetta pugliese con il finocchietto selvatico, le bombette di carne e la tiella con le cozze sono la dimostrazione di come il racconto culinario della regione spazi dall’entroterra con la Valle d’Itria e le Murge, alla costa, da quella ionica a quella adriatica. Dalla focaccia barese al rustico leccese alla puccia salentina, ogni capoluogo e ogni territorio ha le sue specialità, con friselle e taralli che hanno conquistato tutta l’Italia.

Vuoi assaggiare i piatti tipici della cucina di Puglia? prenota ora il tuo tavolo!

Cosa fare in Puglia?

Cosa vedere in Puglia? Fra spiagge, Parchi naturali, paesaggi incontaminati, siti UNESCO e borghi autentici non c’è che l’imbarazzo della scelta.

La Puglia è indubbiamente una delle regioni più affascinanti al mondo, come conferma National Geographic.

La regione è visitata da molti turisti ogni anno e offre un’ampia gamma di opportunità di viaggio adatte a famiglie, anziani, gruppi di giovani e viaggiatori solitari.

La diversità di paesaggio e risorse, la ricchezza culturale ed enogastronomica riescono a soddisfare ogni desiderio e gusto.

Panorami diversi si susseguono percorrendola da nord a sud, cambiando lo scenario di tradizioni e realtà rurali a seconda che ci si trovi nel Parco del Gargano o nella penisola del Salento.

spiaggia di ostuni

La storia della Puglia:

L’insediamento umano in Puglia risale quanto meno a 250 000 anni fa, come testimoniano i resti fossili dell’uomo di Altamura, una forma arcaica di Homo neanderthalensis. Numerosi sono i reperti di epoca preistorica, tra i quali diversi menhir e dolmen. Intorno al I millennio a.C. si insediarono sul territorio gli Iapigi con le tribù dei Dauni, dei Peucezi e dei Messapi, nonché le popolazioni dei Calabri e dei Sallentini (entrambe stanziate nel Salento); più tardi, in epoca ellenica, piuttosto numerose furono le colonie magnogreche soprattutto nella parte meridionale della regione, tra le quali la città spartana di Taras (Taranto).

castello di mola di bari

Visita il nostro B&B a Puglia dove alloggiare per poterla visitare.

I trasporti

Autostrade
autostrada Autostrada A14 Bologna-Taranto: detta anche Autostrada Adriatica
autostrada Autostrada A16 Napoli-Canosa di Puglia è definita anche Autostrada dei due mari, perché connette la parte meridionale della Penisola dalla costa tirrenica a quella adriatica;

Strada Bari-Taranto. Collega le due più popolose città della regione, costituendo un’alternativa gratuita all’Autostrada A14. È denominata Strada statale 100 di Gioia del Colle dalla tangenziale del capoluogo barese a Palagiano, dove si innesta nella Strada statale 7 Via Appia. Molto trafficata, ha carreggiate separate sino a Gioia del Colle.
Strada Statale 106 Jonica. Corre lungo la costa del mar Jonio da Taranto a Reggio Calabria. Il tratto pugliese, a carreggiate separate e due corsie per senso di marcia, si presenta agevole da percorrere.
Taranto-Lecce. Ha grande importanza per il Salento ed è in fase di programmazione l’ampliamento del tratto a 4 corsie.
Bari-Matera-Potenza. La principale via di comunicazione da Bari verso la Basilicata è denominata SS 96 che collega Bari a Tolve (PZ). Ad Altamura è possibile imboccare la SS 99 verso Matera. Continuando per Gravina in Puglia si va in direzione di Potenza. Strada Lecce-Santa Maria di Leuca. Insieme alla Superstrada Lecce-Gallipoli (SS 101), è il principale asse nord-sud del Basso Salento. Fino a Maglie ha carreggiate separate e mantiene la denominazione di SS 16.
Strada Otranto-Gallipoli. Taglia il Basso Salento in direzione est-ovest, dall’Adriatico allo Jonio.
Strada statale 172 dei Trulli. Collega Casamassima con Taranto percorrendo la valle d’Itria e passando per Turi, Putignano, Alberobello, Locorotondo e Martina Franca.

mosaico valle d'itria

Linee ferroviarie

La stazione di Bari centrale
Linee ferroviarie dello Stato
I collegamenti delle Ferrovie dello Stato sono:

la ferrovia Adriatica Ancona-Lecce con le tratte Foggia-Bari, (tratta adeguata al trasporto TAV) e Bari-Lecce, a doppio binario;

la ferrovia Bari-Taranto con doppio binario;
la ferrovia Taranto-Brindisi;
le linee secondarie sono la Barletta-Spinazzola, la Foggia-Manfredonia e la Rocchetta Sant’Antonio-Gioia del Colle;
i collegamenti con la Campania sono assicurati dalla ferrovia Napoli-Foggia e dalla linea in disuso Avellino-Rocchetta Sant’Antonio;
i collegamenti con la Basilicata e la Calabria sono assicurati dalla ferrovia Foggia-Potenza e dalla ferrovia Jonica.
Ferrovie in concessione
In Puglia la rete delle ferrovie private supera per estensione quella delle Ferrovie dello Stato: operano in regione quattro diverse aziende ferroviarie:

Ferrovie del Nord Barese (già Bari Nord)
si snodano lungo la linea Bari-Barletta, collegando numerosi centri dell’entroterra al capoluogo pugliese, con un bacino di utenza di circa 700 000 abitanti. La società che gestisce la rete ferroviaria e il trasporto passeggeri è la Ferrotramviaria Spa. Sono indicate con la sigla FNB o, secondo la vecchia denominazione, FT (Ferrotramviaria). La linea, lunga 70 km, attraversa il territorio dei seguenti comuni: Bari, Bitonto, Terlizzi, Ruvo di Puglia, Corato, Andria, Barletta. Attualmente il primo tratto della ferrovia costituisce una linea cittadina metropolitana e collega le stazioni di Bari (Bari Centrale, sottovia Q. Sella, Via Brigata Bari, Cimitero, San Girolamo, con deviazione verso il Rione San Paolo). Le Ferrovie gestiscono anche un servizio di autolinee lungo le stesse direttrici di percorso.
Ferrovie del Sud Est
raggiungono i comuni interni della provincia di Brindisi, della provincia di Taranto e quelli più a sud della provincia di Lecce. Le ferrovie si estendono dalla stazione di Bari Centrale sino a Gagliano del Capo, vicino a Santa Maria di Leuca, nell’estremo sud del Salento. Nel Salento questa ferrovia è conosciuta col nome di Littorina. Il primo tratto aperto al traffico fu la linea Bari – Locorotondo. Il tratto iniziale della ferrovia costituisce una linea cittadina metropolitana e collega le tre stazioni di Bari (Bari Centrale, Bari Sud Est e Bari Mungivacca).
Ferrovie del Gargano
(FdG o FG) è una società che gestisce la linea ferroviaria di quasi 79 km (da San Severo a Peschici), con 11 stazioni e sette fermate, che collega i centri del Gargano settentrionale alla rete ferroviaria nazionale. Le Ferrovie del Gargano gestiscono anche la linea Foggia – Lucera e offrono anche un servizio su strada che assicura numerosi collegamenti extraurbani su gomma, a livello sia regionale sia nazionale.
Ferrovie Appulo Lucane
operano sulla linea ferroviaria che collega la Puglia con la Basilicata. Le linee ferroviarie presenti non sono elettrificate, per cui il servizio è effettuato con motrici Diesel. A Potenza le FAL si collegano sia alla rete delle FS, che alla FCL.

lungomare di notte a bari

Porti
Il porto di Bari è mercantile, commerciale e turistico (terminal crociere).
I collegamenti principali sono per Albania (Durazzo), Montenegro (Antivari) e Grecia (Corfù, Igoumenitsa e Patrasso). Le molteplici funzioni operative del porto di Bari possono contare su banchine attrezzate per la movimentazione di ogni tipo di merce e su un’eccellente rete di collegamenti con ogni modalità di trasporto. Anche grazie a tali caratteristiche il Porto di Bari è stato indicato quale “terminale occidentale”.
Il porto di Brindisi è mercantile, commerciale, turistico e militare (MARISTANAV Brindisi, Comando che dipende dalla Terza Divisione Navale – COMDINAV 3 della Marina Militare Italiana). Effettua collegamenti con l’Albania (Valona), Grecia (Corfù, Igoumenitsa, Cefalonia, Passo, Zante, Patrasso), Turchia (Çeşme).
Il porto di Taranto è per lo più militare (COMDINAV 2), mercantile e industriale. È uno dei porti più importanti in Italia e nel Mediterraneo ed è il secondo porto italiano per numero di merci. Effettua collegamenti con gli altri porti italiani e con quelli del Mediterraneo, del medio Oriente e della Cina.
Il porto di Manfredonia. Manfredonia possiede 3 porti: uno peschereccio, uno industriale e uno turistico ( “Marina del Gargano” ).
Il porto di Polignano a Mare: Polignano possiede un porto turistico sito in località San Vito e inaugurato nel giugno 2015, che dispone di 316 posti barca tra i 5 e i 40 metri.
Il porto di Mola di Bari: Mola dispone di un porto peschereccio e turistico:oltre a 350 imbarcazioni da diporto, esso ospita 115 imbarcazioni da pesca per complessive 2 616 tonnellate di stazza lorda, che fanno di quella molese la seconda marineria della città metropolitana di Bari e tra le prime dell’intero Adriatico.
Il porto turistico di Rodi Garganico dispone di 310 posti barca da 8 a 45 metri ed è dotato di uno yacht club. Vi salpano aliscafi giornalieri per le Isole Tremiti e settimanali per la Dalmazia.
Il porto di Barletta prevalentemente mercantile, è uno dei più apprezzati del Mare Adriatico per ampiezza di bacino e sicurezza.
Il Porto di Trani, a vocazione soprattutto turistica e peschereccia, occasionalmente vi sono collegamenti con la costa croata.
Il porto di Bisceglie è peschereccio e turistico. Prevalentemente peschereccio, recentemente adeguato all’accoglienza di circa 500 imbarcazioni da diporto.
Il porto di Molfetta, prevalentemente peschereccio
Il porto di Monopoli.
Il porto di Otranto è mercantile e turistico. Effettua collegamenti con Valona (Albania), Corfù, Igoumenitsa (Grecia).
Il porto di Gallipoli è mercantile e turistico

Aeroporti
Aeroporto internazionale di Bari “Karol Wojtyła”: sorge nel quartiere Palese – Macchie, a nord del capoluogo. Il terminal passeggeri, inaugurato nel 2005, è dimensionato per 3 600 000 passeggeri/anno, con un picco di 1 400 passeggeri/ora. Grazie all’introduzione di diverse nuove rotte, anche internazionali, sia con vettori tradizionali ma soprattutto low-cost, negli ultimi anni il traffico annuo è aumentato costantemente e significativamente, arrivando nel 2011 ad un flusso di 3 725 629 passeggeri (il 9,60% in più rispetto all’anno precedente). Dal 2012 è attivo il collegamento ferroviario con il centro di Bari e sono stati ultimati i lavori di ampliamento del terminal passeggeri, con il raddoppio della superficie destinata al traffico passeggeri e alle attività commerciali. Comunque il traffico passeggeri l’anno aumenta sempre di più, infatti nel 2019 l’Aeroporto di Bari ha raggiunto i 5.535.000 passeggeri quindi 5,535 milioni. Le destinazioni sono oltre 50 durante l’inverno ma durante l’estate raggiungono le 80, i voli “intercontinentali” sono 4 ovvero: Sharm-El Seikh,Egitto; Dubai,Emirati Arabi Uniti; Abu Dhabi, Emirati Arabi Uniti; Tel Aviv ,Israele

L’aeroporto di Brindisi
Aeroporto internazionale del Salento: si trova alla periferia di Brindisi (nel quartiere Casale: è denominato anche “Papola Casale”) e serve l’intera Puglia meridionale, con un traffico annuo di 2 058 057 passeggeri nel 2011, in forte crescita negli ultimi anni (+ 28,10% nel 2011). Il terminal è stato recentemente ammodernato. La presenza di due piste con diverso orientamento garantisce l’operatività dello scalo anche con condizioni climatiche avverse. L’aeroporto è adibito anche a uso militare e ospita una base logistica e di pronto intervento umanitario dell’ONU.
Aeroporto di Foggia “Gino Lisa”: è impiegato per voli nazionali e per collegamenti con elicottero per le isole Tremiti e le località turistiche del Gargano.
Altri aeroporti:

L’aeroporto di Taranto-Grottaglie, a servizio dei vicini stabilimenti Alenia Aeronautica, ha una pista lunga a sufficienza per permettere l’atterraggio degli enormi Boeing 747-400 LCF cargo, impegnati per il trasporto delle fusoliere dei Boeing 787 in costruzione.
Sono a esclusivo uso militare gli aeroporti di Gioia del Colle, Lecce-Galatina e Amendola, presso San Giovanni Rotondo.
L’aeroporto Lepore di Lecce-San Cataldo è un aeroporto civile di terzo livello adibito a uso privato e di soccorso.

Visita il nostro Bed & Breakfast a Puglia dove alloggiare per poterla visitare.

Dove dormire a Puglia?

Vuoi visitare Puglia e risparmiare sul prezzo del B&B? Verifica le nostre disponibilità e chiedici uno sconto!

Perché visitare Puglia?

Il mare bellissimo (anzi due)
Per mangiare benissimo
Per i paesaggi
Le tradizioni
Per le città
Per l’Arte e la Storia
Per divertirsi
Per i cammini
Perché costa poco
Per vedere posti unici

All’interno dell’Italia meridionale (escluse le isole), la Puglia è la regione più grande e con la costa più sviluppata, che si estende per circa 865 km. Lungo la costa, zone rocciose si alternano a scogliere (coste rocciose ripide) e spiagge sabbiose; nel 2010, il Ministero della Salute ha dichiarato balneabile il 98,6% delle coste pugliesi.

Una lunga lista da scorrere per costruire la tua splendida vacanza in Puglia. Tantissime cose da vedere e da fare in questa splendida regione.
Cosa vedere in Puglia? Fra spiagge, Parchi naturali, paesaggi incontaminati, siti UNESCO e borghi autentici non c’è che l’imbarazzo della scelta.

La Puglia è indubbiamente una delle regioni più affascinanti al mondo, come conferma National Geographic.

collage dei piu bei luoghi della costa dei trulli

Panorami diversi si susseguono man mano che ci si sposta da nord a sud, e a seconda che ci si trovi nel Parco del Gargano o nella Penisola Salentina, cambia il panorama della tradizione e della realtà rurale.

Insomma i posti da visitare in Puglia e le città da vedere in Puglia sono tantissime

La Puglia è una delle regioni più belle e visitate d’Italia. Situata sulla punta sud-orientale della penisola e affacciata sul Mar Adriatico e sul Mar Ionio, offre ai visitatori una grande quantità di attrazioni. Quindi, un viaggio in Puglia ha davvero molti punti di forza.

La Puglia è una terra vasta e qui si possono combinare tutti i tipi di ambientazione. Infatti, è molto facile passare dalle bellissime spiagge del Salento alle selvagge colline della Val d’Itria. Troverete anche la rigogliosa Forresta Umbra nel Gargano e i paesaggi rocciosi del Parco delle Gravine. Infine, in Puglia, storia e architettura assumono mille sfaccettature diverse. Si viaggerà così dal sontuoso barocco di Lecce ai trulli di Alberobello, dalle scoperte archeologiche di Taranto all’arte medievale di Altamura e Castel del Monte.

Scegli la tua dimora! per dormire vicino a Puglia in B&B con piscina.

La Puglia è una regione meridionale che costituisce il “tacco” dello stivale italiano. È famosa per i suoi villaggi collinari con i caratteristici stucchi bianchi, le campagne dal colore antico e le centinaia di chilometri di costa mediterranea. Il capoluogo, Bari, è una vivace città portuale e universitaria. Da un lato, Lecce è conosciuta come la “Firenze del Sud” per la sua architettura barocca. Alberobello e la Valle d’Itria ospitano invece i tradizionali “trulli”, edifici in pietra con i caratteristici tetti conici.

ARTICOLI CORRELATI

Vuoi dormire nella nostra struttura?

Subito per te uno sconto


Sei interessato ai servizi di ristorazione?

Oppure telefona al +393337845113


Agriturismo Masseria Alberotanza B&B e Ristorante a Conversano

Contrada Gorgorenzo, n. 15
Conversano, Puglia 70014
Telefono: +393337845113
Cell.: +393317271337
Email: info@masseriaalberotanza.it
Torna su